Mi devono anestetizzare per l’estrazione degli ovociti?

L’estrazione degli ovociti si realizza attraverso sedazione anestetica, un tipo di anestesia poco profonda e di breve durata, circa 20-30 minuti, che permette di far addormentare la donatrice affinché non senta i fastidi dell’intervento. La sedazione si realizza per via endovenosa e, a differenza dell’anestesia generale, permette alla donatrice di respirare in ogni momento da sé. Una volta realizzata l’estrazione degli ovociti, l’équipe medica sveglia lentamente la donatrice che viene portata in una sala di recupero perché possa riposare fino a che sparisca del tutto l’effetto della sedazione. Il giorno in cui si estraggono gli ovuli, il tempo trascorso dal momento in cui la donatrice arriva alla clinica fino a quando viene dimessa è di circa 3 ore.